OTOPLASTICA

Otoplastica

Otoplastica foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo Prenota VISITA GRATUITA
Otoplastica

Otoplastica è un termine tecnico privo di emozioni. Ma l’espressione -- orecchie a sventola, di emozioni eccome se ne esprime! Lo sanno bene i bambini costretti a difendersi dagli attacchi ingenerosi dei loro coetanei che sono soliti canzonarli apertamente o farne oggetto di scherno, dietro le loro spalle.

L’otoplastica estetica diretta a risolvere gli inestetismi delle orecchie a sventola o a ventola o ad ansa ( sono tutti modi alternativi di descrivere le orecchie alla Dumbo, l’elefantino simpatico a tutti ) è l’unico intervento estetico cui hanno diritto anche i bambini. E non si tratta di un capriccio ma di una difesa personale ( dagli attacchi ironici lanciati quasi senza esclusioni dal loro mondo circostante ) tant’è che l’otoplastica in età scolare è garantita sotto il profilo economico dall’assistenza del SSN. L’otoplastica gode cioè del sostegno del SSN ( Sistema Sanitario Nazionale ) se richiesta in età scolare, in quanto è considerata una malformazione e come tale una patologia.

Nota Importante
Entrando nella galleria immagini di otoplastica pre e post intervento di alcuni dei casi da me operati potrete valutare il risultato di un intervento -tipo - di otoplastica e immaginarvi come sarete  dopo la vostra otoplastica Cliccate qui
ENTRA IN GALLERIA

Se le vostre orecchie sporgono troppo, sono troppo grandi, irregolari o deformi, l'otoplastica (o chirurgia estetica dell'orecchio) è l’intervento indicato per voi.
Gli inestetismi dei padiglioni auricolari, dato l’impatto psicologico che hanno sui bambini, generalmente vengono affrontati chirurgicamente con la chirurgia estetica ( otoplastica ) già in tenera età. La giusta età per subire l’intervento di otoplastica è intorno ai 5 o 6 anni perché a quest’età l'orecchio ha già raggiunto la dimensione adulta. Un’altra ragione per eseguire precocemente l’intervento di otoplastica è che la cartilagine dell'orecchio in tenera età è morbida e malleabile, rendendo l'operazione di otoplastica più facile da eseguire. Se eseguita in giovane età, l'otoplastica può permettere ai bambini con le orecchie più grandi o deformi di evitare il trauma di essere presi in giro dai loro coetanei

Orecchie a sventola Approfondimenti

Vedi anche orecchie a sventola per approfondimenti.

L’intervento di otoplastica può interessare anche i soggetti adulti. Oltre a indicazioni di estetica diciamo “di routine”, l'otoplastica può anche riguardare un intervento ricostruttivo necessario dopo un intervento demolitivo a seguito di chirurgia oncologica o a seguito di un trauma che abbia comportato lesioni con perdita di sostanza del padiglione auricolare. In tali casi alla denominazione otoplastica si preferisce quella più corretta ed esplicativa di ricostruzione del padiglione auricolare. Con l’intervento di otoplastica possiamo anche riparare i lobi delle orecchie che vengono strappati a causa di un trauma quale quello più frequentemente indotto da orecchini pesanti.

Se l’intervento di otoplastica è eseguito su un minore è necessario il consenso di entrambi i genitori. Ciò non toglie che anche al bambino deve essere spiegato cosa aspettarsi alla presenza dei genitori ma in modo adeguato alla sua età. É giusto che sia i genitori che il bambino abbiano le idee chiare su ciò che l'otoplastica farà o non farà.
Che siate i genitori del bambino che deve sottoporsi all'intervento di otoplastica o il paziente stesso, vi verrà detto cosa fare per prepararvi alla otoplastica. Vi può essere detto di evitare di assumere aspirina o ibuprofene, in quanto questi farmaci possono aumentare il rischio di sanguinamento. Vi verrà anche detto come comportavi in merito al digiuno preoperatorio nella programmazione del vostro intervento di otoplastica, nonché tutto quello che tornasse utile sapere in merito all’intervento. É importante seguire attentamente queste istruzioni in quanto contribuiranno a ridurre al minimo il rischio di complicanze.

Otoplastica intervento

Un intervento di otoplastica dura all’incirca 1-2 ore di sala operatoria. L‘intervento di otoplastica viene eseguito in anestesia generale se si tratta di un bambino mentre se si tratta di soggetto adulto l’otoplastica viene sempre eseguita ambulatorialmente in anestesia locale.
Anche nei bambini piccoli, tuttavia, il chirurgo può utilizzare l'anestesia locale con una sedazione che dà un sonno leggero se il bambino è un po’ più grandicello, per cui non necessita di anestesia generale con intubazione, ma gli è sufficiente una sedazione leggera per contrastare l'insorgere di irrequietezza durante l'intervento chirurgico di otoplastica. I genitori in genere si sentono più tranquilli se è possibile evitare l'anestesia generale sui loro bambini. Ci sono diverse tecniche di otoplastica che il chirurgo può utilizzare per migliorare l'aspetto delle vostre orecchie. In generale, le incisioni dell'otoplastica vengono fatte dietro l'orecchio dove possono essere nascoste all’interno della loro piega naturale. Il chirurgo può tagliare la cartilagine, asportarne una parte, rimodellarla e poi fissarla con suture permanenti. Talvolta, non viene rimossa alcuna cartilagine, ma sono semplicemente i punti a sostenere l'orecchio nella sua nuova forma e nella sua nuova posizione, da qui il termine inglese "ear pinning" (alla lettera “orecchio puntato con spilli”).

Una otoplastica ricostruttiva per un difetto complesso dell'orecchio può comportare passaggi aggiuntivi. Ad esempio, la cartilagine può essere presa dalle vostre costole per ricostruire il padiglione auricolare.
A fine intervento la medicazione chirurgica prevede un bendaggio chirurgico per tenere le orecchie al loro posto e per evitare loro dei traumi nel post-operatorio. Dopo la rimozione del bendaggio chirurgico che abitualmente viene mantenuto per due-tre giorni, è possibile che venga chiesto di indossare una fascetta per capelli del tipo di quelle sportive per una settimana o giù di lì dopo l’intervento di otoplastica. I risultati della otoplastica sono generalmente quasi immediati e di lunga durata.

Per quanto riguarda i disagi che si possono verificare durante la guarigione dall'intervento chirurgico di otoplastica, sarete informati come comportarvi, quale farmaco contro il dolore assumere o far assumere al vostro bambino. A parte qualche livido e qualche gonfiore, potete star tranquilli circa la possibilità di poter far riprendere al vostro bambino le normali attività tra le quali la scuola, che il vostro bambino potrà tornare a frequentare, nella maggior parte dei casi entro una settimana dall’intervento di otoplastica.

Otoplastica rischi

Premesso che eventi avversi, come le complicanze chirurgiche, sono possibili nell’ambito di un qualsiasi intervento chirurgico, anche nel caso di un intervento di otoplastica è possibile che qualcosa non vada per il verso giusto. I rischi della otoplastica possono includere:

  • ematoma che deve essere evacuato
  • Infezione che deve essere trattata con adeguata terapia antibiotica, ma che in genere si previene con una adeguata profilassi antibiotica
  • insoddisfazione estetica che può riguardare una inadeguata correzione della sporgenza del padiglione auricolare o una asimmetria

Queste complicazioni sono ridotte al minimo quando si sceglie un chirurgo esperto e si seguono scrupolosamente i suoi consigli.

Otoplastica rischi approfondimento

La chirurgia dell'orecchio (otoplastica) comporta la sua parte di rischi e complicazioni in bambini e adulti. I bambini che si sottopongono a otoplastica possono essere a maggior rischio per alcune complicazioni perché possono avere difficoltà a rispettare le istruzioni post-operatorie, come astenersi dal gioco o dallo sport a rischio di traumi alla testa. Queste attività possono far sì che i punti di sutura posti per fissare i padiglioni auricolari nella forma e nella posizione desiderati si allentino o cedano del tutto, provocando di conseguenza un ritorno delle orecchie alla loro forma precedente ( recidiva ). Il compito di vigilare il piccolo paziente operato di otoplastica, affinché nel post operatorio osservi tutte le indicazioni prescritte dal chirurgo, ricade evidentemente sui genitori che devono fare in modo che i loro bambini rispettino le istruzioni del medico. L’aspetto positivo di un intervento di otoplastica eseguito in età infantile è che il risultato è più sicuro e l’intervento stesso è più facile, perché la cartilagine del padiglione auricolare in tenera età è ancora molto malleabile.
A prescindere dall’età, i rischi dell’intervento di otoplastica includono:

  • infezione
  • sanguinamento
  • cicatrici
  • ritardo di guarigione delle ferite
  • alterazioni della sensibilità
  • ematoma (di solito rimovibile con un ago)
  • asimmetria
  • insoddisfazione per l'esito estetico

Molti di questi rischi possono essere minimizzati o eliminati con un piccolo intervento successivo di ritocco.
Alcune complicazioni possono essere evitate accuratamente anche proteggendo le orecchie dopo l'intervento chirurgico di otoplastica. Ciò è particolarmente importante per i bambini, che sono a più alto rischio di procurarsi traumatismi anche giocando e che non costituirebbero proprio un toccasana dopo un intervento di otoplastica. Sarà consigliabile, per evitare traumi accidentali, indossare una fasciatura protettiva per 10 - 14 giorni.

Certamente il miglior contributo per ridurre il rischio di risultati insoddisfacenti o per evitare certe complicazioni è la scelta ponderata del chirurgo che eseguirà l’otoplastica. Scegliendo un chirurgo plastico altamente qualificato con una vasta esperienza nell’ambito della chirurgia estetica e delle procedure di otoplastica in particolare ( con back-ground ospedaliero ), potrete ridurre sensibilmente i rischi di risultati insoddisfacenti.
Nel considerare il costo dell’otoplastica, è fondamentale che si valutino tutte le opzioni chirurgiche ( ricovero solo diurno o anche della notte, anestesia locale, locale con sedazione, oppure anestesia generale ). Ci sono molti chirurghi tra cui scegliere. Decidere a quale chirurgo affidarvi per la vostra procedura di otoplastica non deve essere condizionato solo dalla prima impressione di fare un affare, ma deve quantomeno farvi prendere in considerazione il suo curriculum.

Otoplastica guarigione - come evitare le complicazioni

La guarigione completa dopo un intervento di otoplastica varia da persona a persona a seconda dell'età, dello stato generale di salute, dell'abilità del chirurgo e del tipo ed entità di intervento. Ad esempio, la guarigione dalla riparazione del lobo dell'orecchio strappato ( lobo fissurato ) probabilmente sarà diversa da quella associata alla chirurgia estetica dell'orecchio a ventola o a sventola o ad ansa. L’otoplastica in genere prevede la cosiddetta “presentabilità “ ( a orecchie scoperte ) dopo una decina di giorni. Un ritorno alla normalità ( remissione completa di qualsiasi gonfiore ) dopo due-tre settimane.

Otoplastica - cosa aspettarsi durante la guarigione

Subito dopo l'intervento chirurgico di otoplastica, la vostra testa sarà avvolta da una benda spessa, tipo turbante. Questo bendaggio aiuterà a proteggere le orecchie i primi giorni e a favorire il processo di guarigione.

Ci si possono aspettare alcuni disagi dopo un’otoplastica, disagi che possono essere alleviati con analgesici o con semplici applicazioni di ghiaccio.
Alcune persone riferiscono di aver accusato mal di testa in seguito alla otoplastica e di aver dovuto assumere analgesici anche per questo motivo.
Il gonfiore che può verificarsi dopo l'intervento chirurgico di otoplastica può essere controllato mantenendo la testa elevata. La maggior parte del gonfiore dovrebbe risolversi entro una settimana. Un paio di giorni dopo l’otoplastica il bendaggio chirurgico verrà sostituito con una benda di dimensioni ridotte. I punti di sutura saranno rimossi entro una settimana dall’otoplastica.

Otoplastica – prendersi cura del bambino operato

Se vi prendete cura di un bambino che ha subito un intervento di otoplastica, monitorate da vicino le sue attività. Vi consigliamo di non lasciare soli i bambini e tantomeno “incustoditi” nel gioco di gruppo per almeno una settimana.
Indipendentemente dall'età, è importante non piegare le orecchie per almeno un mese dopo l'intervento chirurgico di otoplastica.

Osservando scrupolosamente le istruzioni del chirurgo, potrete evitare la maggior parte delle complicanze dell’otoplastica. Gli adulti sono solitamente in grado di tornare alle loro attività quotidiane entro tre giorni, mentre i bambini necessitano di una settimana o più di attività limitata. I risultati della otoplastica sono visibili quasi subito e divengono stabili 10 - 20 giorni dopo l'intervento.


Otoplastica Info utili..

Otoplastica foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo Richiedi VISITA GRATUITA

 
 
 

Fine Pagina

Contenuti aggiornati da

Dr. Dauro Reale
Specialista in
chirurgia estetica e plastica
Official website

Ti è piaciuta questa Pagina sulla Otoplastica?

Mi farebbe molto piacere se la condividessi:

penna e calamaio
 

Menu


Anteprima galleria


Invia messaggio ultra rapido

Non hai tempo per scrivere un messaggio al dr. Reale? Inserisci solo il tuo nome ed il tuo indirizzo email e sarai ricontattato/a il prima possibile direttamente dal dr. Dauro Reale.

Tuo messaggio: "Vorrei essere ricontattato/a quanto prima. Grazie. "


Otoplastica - Informazioni utili

Otoplastica foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo Richiedi VISITA GRATUITA
Otoplastica
CONTATTA CHIRURGO

I campi nome, email e messaggio sono richiesti

RICHIEDI VISITA GRATUITA

I campi nome, email, telefono, intervento e messaggio sono richiesti