MASTOPESSI

Foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo Prenota VISITA GRATUITA

Mastopessi

Mastopessi

Quando un seno ha perso troppe posizioni ed è sceso oltre un certo livello, non è più possibile "cavarsela" con il semplice intervento di mastoplastica additiva.

Si rende necessario un altro tipo di intervento che prevede il sollevamento delle mammelle e dei complessi areola capezzolo: la mastopessi o mastopessia detto anche lifting del seno.

Posto che le mammelle, per essere considerate belle e toniche, oltre ad un volume e ad una forma adeguata, devono mantenere una certa posizione che le vuole al di sopra di un piano passante per i solchi sottomammari e dato che le areole non devono superare la distanza di 18- 20 centimetri da un punto determinato come la clavicola o il giugulo, per ripristinare queste condizioni di bellezza bisogna ricorrere alla mastopessi.

Nota Importante
Cliccando sulla finestra immagini della vasta casistica operatoria di mastopessi di interventi da me eseguiti e qui presentati potrete entrare subito nel vivo degli aspetti che più vi possono interessare. Potrete riconoscervi in un caso simile al vostro potendovi immaginare come desiderereste che l'intervento di mastopessi trasformasse il vostro seno
ENTRA IN GALLERIA

Mastopessi intervento

La mastopessi in pratica è finalizzata al rimodellamento della ghiandola mammaria che viene ricompattata e spinta verso l'alto. Ciò perché l'involucro cutaneo ( la pelle ) della mammella, durante l'intervento di mastopessi, viene aperto, ridotto di superficie e ricucito sotto tensione a livello del polo inferiore della mammella cosicché questa viene spinta in alto e viene ricompattata. La mammella così conquista una nuova posizione, venendo come "avvitata" su se stessa e sostenuta dal nuovo "reggiseno" cutaneo ottenuto dal rimodellamento del mantello cutaneo del polo inferiore.

La procedura di mastopessi prevede in primis l'incisione sulla cute intorno alle areole e poi l'apertura dell'involucro cutaneo fino al solco sottomammario. In taluni casi l'accesso chirurgico di mastopessi e quindi la cicatrice residua si può limitare all'areola e la cute in eccesso può essere rimossa solo a questo livello. La chiusura degli accessi chirurgici della mastopessi, a rimodellamento avvenuto comporterà con questa soluzione tecnica delle plissettature intorno alle areole, dovute al raccordo di una circonferenza maggiore ( quella derivata dalla rimozione della cute in eccesso, dopo il rimodellamento del nuovo cono mammario, in posizione più sollevata ) con la circonferenza originaria delle areole. Il risultato di questa tecnica di mastopessi spesso non è abbastanza soddisfacente, perché non consente di risolvere cedimenti importanti e nello stesso tempo di garantire una buona forma del nuovo cono mammario che, con questa tecnica di mastopessi, tende a rimanere piuttosto schiacciato. Tale tecnica di mastopessi trova pochissime indicazioni, come ad esempio nelle ptosi minime ( che potrebbero, con miglior risultato, essere risolte con l'impianto di una protesi ).

Più spesso la mastopessi viene eseguita con l'accesso periareolare più un accesso verticale che dal margine inferiore delle areole va fino al solco sottomammario e qui si ferma. L'aggiunta o meno di un'ulteriore incisione ( e della relativa cicatrice residua ) a livello del solco inframammario dipende dall'entità della ptosi e dalla volontà di rimodellare anche la base di impianto del cono mammario. Per restringere la base di impianto del cono mammario è necessario ridisegnare il solco sottomammario e quindi praticare un'incisione anche a questo livello.

La mastopessi può essere integrata con l'impianto di una protesi mammaria quando la paziente desidera oltreché sollevare e ricompattare le mammelle aumentarne anche il volume.

Obbiettivi dell'intervento

L'obbiettivo di una paziente candidata all'intervento di mastopessi è di sollevare e di rassodare il proprio seno.

É normale che con l'età, magari dopo una o due gravidanze, il seno che in passato era prosperoso diventi, anche a seguito di perdita di peso, vuoto e cadente. Nulla a che vedere con l'appeal che un seno sensuale dovrebbe avere e che le pazienti che accettano di sottoporsi alla mastopessi richiedono.

Preparazione all'intervento

Penso che la preparazione a un intervento di mastopessi necessiti di molte riflessioni, specie quando la ptosi del seno è di grado modesto e l'estetica delle mammelle potrebbe essere sensibilmente migliorata anche col semplice intervento di impianto protesi. La prudenza in tali casi è dovuta al fatto che le cicatrici della mastopessi sono molto più estese rispetto alle cicatrici della semplice mastoplastica additiva. Se una paziente presenta mammelle particolarmente cadenti e svuotate, sarà disposta a dare poco peso alle cicatrici residue ad un intervento di mastopessi. Ma se le sue mammelle non presentano particolari inestetismi, la qualità e l'entità delle cicatrici residue deve essere presa in seria considerazione e discussa con molta attenzione affinché venga ben valutato il rapporto "costi"/ benefici. Il cosiddetto consenso informato che la paziente andrà a sottoscrivere per il suo intervento di mastopessi dovrà contenere in modo esaustivo tutti i possibili rischi estetici di un intervento anche ben eseguito ma con cicatrizzazione sfavorevole.

Per quanto riguarda gli esami ematochimici e strumentali, l'intervento di mastopessi richiede gli stessi esami dell'intervento di mastoplastica additiva.

Nella mastopessi il tipo di anestesia è solitamente generale e i tempi di recupero sono simili all'intervento di mastoplastica additiva, con l'aggiunta eventualmente di qualche medicazione in più per le cicatrici chirurgiche più estese.

Tempi di recupero

Dopo la dimissione successiva all'intervento di mastopessi la paziente tornerà per il controllo ambulatoriale due o tre giorni dopo, per la rimozione dei drenaggi che vengono sempre posizionati nell'intervento di mastopessi (a meno che non siano stati rimossi prima della dimissione) e per la sostituzione della medicazione chirurgica con altra medicazione e con un reggiseno contenitivo di tessuto elasticizzato e di tipo sportivo.

Dal punto di vista della possibilità di ripresa delle normali attività direi che sono sufficienti pochi giorni dalla mastopessi.

I punti di sutura verranno rimossi in 5-6-7 giorni dopo l'intervento.

Per la ripresa delle attività sportive sarà prudente attendere almeno un mese.

Cicatrici

In tutte le procedure di mastopessi è sempre presente una cicatrice intorno alle areole. Tale cicatrice risulta di peggiore qualità nelle mastopessi eseguite con tecnica solo periareolare. Quando cioè la scelta della metodica abbia confinato alla regione delle areole tutta la "ripresa" cutanea. Nelle altre opzioni chirurgiche di mastopessi le cicatrici sono generalmente di buona qualità e non vengono quasi mai percepite dalla paziente come un fatto spiacevole, se l'indicazione alla mastopessi sarà stata ponderata e i vantaggi della nuova forma saranno di gran lunga superiori agli svantaggi delle cicatrici anche se particolarmente estese.

Rischi e complicazioni dell'intervento di mastopessi

I rischi limitati al periodo dell'intervento di mastopessi e legati alla guarigione delle ferite chirurgiche comprendono le sofferenze tissutali. Infatti il rimaneggiamento della forma delle mammelle nell'intervento di mastopessi prevede ampie zone di scollamento tessutale che potrebbero causare qualche problema di vitalità di aree cutanee come quelle delle areole o quelle limitrofe alle suture chirurgiche. É difficile che tali complicazioni richiedano interventi riparativi. Più spesso si tratta di patire un allungamento dei tempi di guarigione e di dover subire qualche medicazione in più.

Altro tipo di complicazioni dell'intervento di mastopessi è l'asimmetria dei coni mammari o della posizione delle areole. A tutte queste problematiche per fortuna si può agevolmente porre rimedio con piccoli ritocchi una volta che il risultato si sia stabilizzato.

Mastopessi - durata dei risultati

Non c'è intervento in chirurgia estetica che duri in eterno. Il tempo passa per tutti, anche per i pazienti che si sono sottoposti a un intervento di chirurgia estetica come ad esempio la mastopessi. Le mammelle proseguono nella loro attrazione verso il basso specie se le abitudini delle pazienti sono quelle di vestire senza il sostegno ( sempre consigliato ) del reggiseno. In linea di massima possiamo dire che gli effetti di un intervento di mastopessi durano almeno una quindicina d'anni.


Mastopessi Info utili..

Foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo Richiedi VISITA GRATUITA



Fine Pagina

Dr. Dauro Reale
Specialista in
chirurgia estetica e plastica

Ultima revisione di Dr. Dauro Reale 13 Settembre 2018



Ti è piaciuta questa Pagina sulla Mastopessi?

Mi farebbe molto piacere se la condividessi:

penna e calamaio

Seno

Mastopessi


Anteprima galleria


Invia messaggio ultra rapido

Non hai tempo per scrivere un messaggio al dr. Reale? Inserisci solo il tuo nome ed il tuo indirizzo email e sarai ricontattato/a il prima possibile direttamente dal dr. Dauro Reale.

Freccia blu: invito a spuntare la casella Privacy Promemoria sulla privacy di questo sito. Se non lo hai ancora fatto, leggi la nostra Informativa sulla Privacy allineata secondo il nuovo regolamento europeo GPDR
Leggi informativa Privacy


Tuo messaggio: "Vorrei essere ricontattato/a quanto prima. Grazie. "

Mastopessi - Informazioni utili

Foto prima dopo Costi intervento Contatta chirurgo
Contatti
CONTATTA CHIRURGO

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

Freccia blu: invito a spuntare la casella Privacy Leggi informativa Privacy
Promemoria sulla privacy di questo sito. Se non lo hai ancora fatto, leggi la nostra Informativa sulla Privacy allineata secondo il nuovo regolamento europeo GPDR.
RICHIEDI VISITA GRATUITA

I campi nome, email, telefono, intervento, messaggio e privacy sono richiesti

Freccia blu: invito a spuntare la casella Privacy Leggi informativa Privacy
Promemoria sulla privacy di questo sito. Se non lo hai ancora fatto, leggi la nostra Informativa sulla Privacy allineata secondo il nuovo regolamento europeo GPDR.